Archivio

6Gdo-Despar, parapiglia davanti le telecamere di Mediaset

E’ stato un incontro torrido quello svolto oggi al liceo scientifico Cipolla di Castelvetrano fra i dipendenti del gruppo 6Gdo (Despar) e gli addetti ai lavori impegnati nella manovra di salvataggio finanziario dell’impero Grigoli, confiscato perchè ritenuto nelle disponibilità di Matteo Messina Denaro. 

incontro

All’incontro, oltre ad oltre 250 dipendenti, erano presenti il prefetto Maria Rosaria Laganà dell’Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati; l’amministratore giudiziario Nicola Ribolla, Sonia Alfano, eurodeputato, presidente della Commissione Antimafia Europea, il senatore Giuseppe Lumia; il commissario della Provincia di Trapani Antonio Ingroia; il sindaco di Castelvetrano, Felice Errante; il vescovo di Mazara e monsignor Domenico Mogavero.

Durante l’incontro si è discusso delle trattative che l’Agenzia nazionale dei Beni sequestrati e confiscati sta portando avanti assieme ad alcuni grossi gruppi imprenditoriali. “Le trattative sono in stato avanzato – ha affermato la Laganà – ed il giorno 6 marzo avremo degli incontri decisivi”. La vicenda sta iniziando ad acquisire una caratura nazionale ed infatti nei prossimi giorni l’eurodeputato Sonia Alfano ha annunciato che “si svolgerà un incontro a Roma in cui prenderanno parte anche alcuni dipendenti”. Presenti anche le telecamere del noto programma televisivo delle reti Mediaset “Lucignolo” che hanno ripreso l’intero incontro.

L’atmosfera, come anticipato, sin dall’inizio si è dimostrata abbastanza calda soprattuto per la presenza dell’amministratore giudiziario Ribolla considerato dai dipendenti uno degli artefici del fallimento dell’azienda in seguito al commissariamento dell’azienda. Al termine dell’incontro infatti Ribolla ha dovuto lasciare l’incontro scortato dalle forze dell’ordine.

Marco Bova

Condividi l'articolo
In alto