Archivio

Adiconsum Sicilia, “Attenzione alle truffe. Ecco un decalogo per viaggiare sereni”

Adiconsum-siciliaL’Adiconsum Sicilia rilancia il decalogo di consigli per prevenire trappole e raggiri per ottenere il giusto risarcimento in casi di danno da vacanza rovinata. “Sono regole essenziali e semplici – dichiara il presidente di Adiconsum Sicilia Vincenzo Romeo – che dovrebbe seguire chi ha pianificato un viaggio o sta per partire. E’ giusto che si conoscano le informazioni necessarie per organizzare i propri soggiorni, evitare le frodi e difendersi nel caso qualcosa non vada nel verso giusto”. Questi i dieci punti suggeriti da Adiconsum Sicilia per viaggiare sereni: conservare il contratto di vendita del “pacchetto turistico” che si è sottoscritto per le vacanze e depliant illustrativi nel pacchetto; conservare eventuali talloncini di consegna e trasporto; fare fotografie dei luoghi e/o disservizi subiti; conservare scontrini e ricevute di tutte le spese fatte per rimediare la situazione di disagio subita; le dichiarazioni di accompagnatori presenti al momento della vendita del pacchetto turistico sono state riconosciute dai giudici prove testimoniali, e possono essere aggiunte a quelle di altre persone e famiglie che hanno subito disservizi in loco durante la vacanza; appena tornati a casa, e comunque entro 10 giorni dal rientro, inviare una lettera raccomandata a/r al tour operator e all’agenzia di viaggi, con la descrizione precisa e dettagliata dei disservizi subito ed una richiesta di risarcimenti danni; allegare alla raccomandata le copie fotografiche scattare e le fotocopie degli scontrini relative alle spese sostenute; oltre al risarcimento delle spese sostenute, è consigliabile fare riferimento anche al danno da stress psico-fisico che si è subito; nel caso in cui la controparte non accolga reclamo, è necessario ricorrere al giudice di pace. L’Adiconsum Sicilia è presente su tutto il territorio regionale; per contattare l’associazione basta scrivere un’email all’indirizzo  sicilia@adiconsum.it o recarsi in una delle sedi dell’Adiconsum Sicilia. (laco)

Condividi l'articolo
In alto