News

Cgil e Associazione “La verità vive” ricordano il sindacalista Vito Pipitone ucciso dalla mafia

vito pipitone

“Vito Pipitone – Arrivatu lu jornu l’ammazzaru”. E’ il tema dei due incontri-dibattito che la  Cgil, la Flai Cgil di Trapani, la Camera del Lavoro di Marsala e l’Associazione Antimafie e Antiracket “La verità vive” Onlus, terranno nella giornata di mercoledì per ricordare Vito Pipitone, capo lega della Cgil, ucciso per mano della mafia il 9 novembre 1947 a Marsala.

La giornata di commemorazione si aprirà alle 10, nella sala conferenze del complesso monumentale “San Pietro” a Marsala, con un incontro con gli studenti delle scuole superiori e delle classi di terza media degli Istituti di Marsala e Petrosino.

Alle 17,30, sempre al complesso “San Pietro”, in programma un incontro con i cittadini.

A intervenire, coordinati da Giuseppe Gandolfo dell’Associazione Antimafie e Antiracket “La verità vive”, saranno il procuratore della Repubblica di Marsala, Vincenzo Pantaleo, Pippo Oddo storico del “Movimento contadino”, Sandro Immordino dell’Associazione “Memoria e Futuro”, il segretario generale della Cgil di Trapani, Filippo Cutrona e il segretario nazionale della Flai Cgil Giovanni Mininni.

Giovedì, alle 9, dalla piazza antistante la scuola primaria Terrenove Bambina, partirà, invece, il corteo a cui parteciperanno anche gli allievi delle quarte e delle quinte classi del plesso.

La manifestazione si concluderà, con la deposizione di una corona di fiori, sul luogo in cui Vito Pipitone venne ucciso, ovvero nei pressi di via Bue Morto. Qui un coro di voci bianche ricorderà la figura del coraggioso sindacalista marsalese.

Condividi l'articolo
In alto