News

Gucciardi al convegno dell’ASP di Trapani sul riordino della rete ospedaliera

LaCommare Oliva Bavetta Gucciardi Giarratano Cacciapuoti

“Ho emanato venerdì scorso  una direttiva sulle procedure di reclutamento del personale sanitario, siano queste assunzioni in ruolo, mobilità o stabilizzazioni, che devono procedere, per quanto possibile, sinergicamente. Lo abbiamo fatto per dare un indirizzo unico a tutte e 18 le aziende sanitarie e ospedaliere della Regione, e per fugare ogni dubbio su paventati blocchi del percorso”.

Lo ha detto ieri l’assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi, alla Cittadella della Salute di  Erice Valle, nel corso di un convegno dell’ASP di Trapani sul riordino della rete ospedaliera.

“Vanno armonizzate– ha aggiunto Gucciardi–anche le  procedure di stabilizzazione che, in attesa di poter applicare la legge Madia, vanno iniziate con la normativa oggi in vigore”.

I lavori, cui hanno preso parte il commissario dell’Azienda Sanitaria provinciale di Trapani Giovanni Bavetta e il direttore amministrativo dell’ASP Rosanna Oliva, sono stati introdotti da Antonio Cacciapuoti, responsabile della Gestione emergenza-urgenza rete ospedale/territorio dell’ASP trapanese.

“Approvata la rete ospedaliera e la nostra nuova dotazione organica – ha spiegato Bavetta – appena sono state emanate le procedure di reclutamento, da un lato abbiamo subito provveduto a immettere nuovo personale a tempo indeterminato, dall’altro abbiamo applicato il modello sperimentale dell’unico grande ospedale per intensità di cure,  avviandolo con la chirurgia generale che nei diversi presidi diversifica gli interventi secondo la complessità della patologia, permettendo così un abbattimento delle liste d’attesa”.

Infine il direttore della scuola di specializzazione in anestesia, rianimazione e terapia intensiva della facoltà di Medicina dell’università di Palermo, Antonio Giarratano, ha relazionato  su “la rete dell’emergenza urgenza ospedaliera, quale strumento programmatorio per i bisogni di salute del territorio e del cittadino”. Giarratano ha fatto parte del gruppo di esperti coinvolti dall’assessorato per la redazione della rete regionale.

 

Condividi l'articolo
In alto