Cronaca

Illecito smaltimento di rifiuti in un capannone a Mazara

chirco

Continuano in maniera serrata i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo.
Nei giorni scorsi i militari della Stazione di Mazara del Vallo, guidati dal Luogotenente Giaramita, unitamente ai Carabinieri del Nucleo operativo ecologico hanno eseguito un controllo in un capannone in questa Contrada Bianca Giangreco.

La delicata attività condotta permetteva di scoprire come all’interno di quell’immobile si svolgesse da tempo una presunta attività illecita di smaltimento e lavorazione di rifiuti cosiddetti RAEE (rifiuti da apparecchi elettronici ed elettrici) provenienti essenzialmente dalla lavorazione materiale di vario genere, tra cui computer e cavi elettrici.

All’interno della struttura, sono stati infatti rinvenuti impianti di triturazione e forni presumibilmente utilizzati proprio per la combustione dei rifiuti. Ulteriori verifiche fatte, con il prezioso contributo del personale enel, permettevano di rinvenire, solo a seguito di minuziosa ricerca, anche un allaccio abusivo alla rete elettrica che garantiva l’alimentazione agli impianti.

Gli ulteriori approfondimenti chiarivano come in quella struttura si esercitasse di fatto un’attività di gestione di rifiuti non autorizzata oltre al furto di energia elettrica.
Data la gravità del fatto, l’intero capannone in questione è stato sottoposto al vincolo del sequestro e messo a disposizione dell’A.g. competente per la successiva convalida con il susseguente arresto del quarantenne marsalese CHIRCO Carlo per i reati sopracitati.

Condividi l'articolo
In alto