Eventi

In scena al Teatro Gebel Hamed di Erice le “Fiabe Siciliane da Giuseppe Pitrè”

barbera

Un progetto teatrale di e con Giovanni Barbera con musiche originali di Marco Rosano sulle fiabe siciliane di Giuseppe Pitrè, il più importante raccoglitore e studioso europeo di tradizioni popolari del XIX secolo. Medico di professione, e folklorista per vocazione, sin dagli anni giovanili intraprese un’intensa attività di raccolta di ogni possibile materiale: canti, proverbi, giochi, usanze, indovinelli e soprattutto fiabe. Questo immane sforzo cominciò a concretizzarsi, a partire dal 1870, nella realizzazione di una monumentale opera in 25 volumi, la «Biblioteca delle tradizioni popolari siciliane». Di questa serie fanno parte i quattro volumi di Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani, editi nel 1875.

Sul palco la sicilianità di Giovanni Barbera e le musiche di Marco Rosano che accompagnerà al pianoforte per un racconto in musica che diventa un’occasione per narrare un mondo fantastico intriso di immaginazione, una performance che restituirà l’attualità del mondo fiabesco di Pitrè.

Giovanni Barbera, dopo aver compiuto gli studi classici, interrompe quelli di Medicina verso i quali scopre di essere poco incline e asseconda in pieno la sua vocazione artistica – in particolare quella verso il teatro di prosa – recitando in lingua e in vernacolo. Esordisce come attore nella Compagnia teatrale ericina Chiddi d”a trastula d’u munti, poi fa parte di altre compagnie artistiche (“La Zattera di Babele”, “Lunae Dies Teatro”), lavorando sotto la direzione di registi professionisti in alcuni teatri locali (Erice, Segesta, Gibellina) e nazionali (Napoli, Bologna, Cagliari, Rovereto).

Compositore, suonatore, arrangiatore e produttore, Marco Rosano si distingue per la sua versatilità e per l’ampiezza delle sue vedute musicali che lo portano incessantemente a cavallo tra la musica classica e moderna. Animato dalla voglia vivere nel presente la ricchezza del passato e l’ambizione del futuro, Marco Rosano, sin dagli albori, si avvicina allo studio delle nuove tecnologie, acquisendone approfondite competenze. Durante la sua carriera è stato coinvolto nella composizione di film, jingles pubblicitari, ninne nanne dei bambini e pop music.

Stasera, alle ore 19.30, nella chiesa di San Martino, il concerto dal titolo “Il Sacro Ritrovato”, organizzato dall’Associazione MusicaMente con la collaborazione artistica degli Amici della Musica di Trapani.

Protagonisti tre Ensemble di musica barocca: il coro Eufonia, l’Ensemble Antonio il Verso e l’Arianna Art Ensemble, diretti dal M° Fabio Ciulla.

Il concerto è concepito per far percepire la musica classica come esperienza per festeggiare insieme e riscoprire compositori siciliani ad appassionati e neofiti, per far innamorare, di un genere potentissimo e coinvolgente come la musica barocca, in una cornice così suggestiva come la Chiesa di San Martino ad Erice.

Il programma prevede brani legati al periodo delle festività e l’esecuzione in prima assoluta di alcune opere sacre del compositore siciliano settecentesco Antonino Reggio (1725-1780) nato a Aci Catena, in provincia di Catania, in un ramo della famiglia Reggio, Principi di Campofiorito.

Gli spettacoli sono inseriti nel programma “ERICèNATALE- Il borgo dei presepi”, evento promosso dal Comune di Erice e dalla Fondazione Erice Arte.

Tutti gli eventi del cartellone di ERICèNATALE sono ad ingresso gratuito.  

Condividi l'articolo
In alto