Cronaca

La capitaneria di porto ferma dei ricciaioli a Favignana

ricciaioli-marettimo

Lo scorso 16 ottobre, a seguito di una tempestiva segnalazione del personale dell’Area Marina Protetta Isole Egadi, allertata da alcuni cittadini, un pronto intervento della Capitaneria di Porto ha consentito di   intercettare una lancia di “ricciaioli”.

Il personale in servizio presso l’Ufficio Locale Marittimo di Favignana, tra cui il Comandante, si è imbarcato a bordo di una unità navale pneumatica veloce inviata sul posto dalla Capitaneria di Porto di Trapani.

Insieme, i militari della CP hanno intercettato una lancia di pescatori di frodo in località Grotta Perciata, sulla costa meridionale di Favignana, e proceduto al sequestro di esemplari di riccio di mare con relativa attrezzatura (autorespiratore). Nei confronti dei trasgressori è stato elevato un processo verbale di contestazione per la violazione della normativa sulla pesca sportiva, per un importo pari a Euro 4.000,00. I ricci sequestrati, considerato che all’atto dell’accertamento erano ancora vivi, sono stati rigettati in mare.

Il Presidente dell’AMP e Sindaco di Favignana, Giuseppe Pagoto, nel ringraziare la Capitaneria di Porto per la brillante operazione e gli uomini che hanno svolto l’intervento per la loro dedizione, sottolinea che “il fenomeno delle incursioni dei ricciaioli, in autunno, è in costante aumento e oltre a questi interventi, meritevoli ma fatalmente sporadici, servono azioni di contrasto adeguate, con operazioni interforze, anche a terra, e l’applicazione di sanzioni penali, che rappresentino un vero deterrente.”

Condividi l'articolo
In alto