Lifestyle

L’impegno dell’Alberghiero di Erice in favore di studenti in difficoltà

foto Alberghiero progetto

Continua all’Istituto Alberghiero “I. e V. Florio” di Erice il progetto “Dopo di noi”, presentato lo scorso anno a marzo, realizzato in partenariato con la cooperativa “Voglia di Vivere” e rivolto a studenti in difficoltà, diversamente abili, per cui è prevista la collaborazione tra scuola, famiglie, associazionismo e mondo del lavoro.

Gli stessi studenti nei giorni scorsi sono stati protagonisti di una giornata dedicata allo studio dei percorsi didattico naturalistici che, da ‘guide speciali’, proporranno alle scuole, soprattutto elemtari, presso il Fondo Auteri a Valderice, dove hanno piantato alcune piantine di leccio nel corso di una ‘lezione’ di botanica.

Lo scorso anno si sono svolti alcuni appuntamenti serali (cene a tema) in partenariato con noti ristoranti (agriturismo Sanacore, Kaleidos di Peppe Giuffrè, L’Approdo di Angelino), per far sperimentare agli studenti con difficoltà l’organizzazione e la gestione di banchetti aperti al pubblico e prepararli al loro futuro lavorativo.

Il Dirigente Scolastico, Pina Mandina, aveva evidenziato allora che l’impegno etico, oltre che didattico dell’Istituto, è di far rete con altri soggetti giuridici e istituzionali e mettere in campo una serie di azioni di accompagnamento per garantire agli studenti disabili e alle loro famiglie la realizzazione di un progetto di vita e la prospettiva di autonomia e indipendenza economica dopo il periodo scolastico.

La preside Mandina rivolge un ringraziamento al dirigente del settore Istruzione, avvocato Diego Maggio, per aver creduto nelle potenzialità del progetto, finanziandolo con fondi che il Consorzio Comunale ha messo a bando per la valorizzazione di progetti ed esperienze educative volti all’inclusione degli studenti diversamente abili, e ai genitori che sostengono la scuola in questo percorso.

Il progetto vuole offrire a questi alunni analoghe opportunità formative e orientative previste per i compagni e, in partenariato con la cooperativa “Voglia di vivere”, ha già dato loro la possibilità di fare esperienza lavorativa sul campo consentendo di organizzare e gestire dei banchetti aperti al pubblico. L’attività portata avanti permetterà l’inserimento nel flusso operativo con affiancamento di un tutor aziendale e sarà finalizzata a consolidare e concretizzare gli apprendimenti scolastici in un contesto differente, a sperimentare ambienti extra scolastici diversi, a vivere ed arricchire le esperienze sociali, a sviluppare competenze ed autonomie personali e lavorative, ad acquisire maggiore consapevolezza sulle abilità e sulle autonomie raggiunte e, ancora, a favorire l’orientamento in uscita per pianificare e intraprendere percorsi del “dopo scuola” e a costruire rapporti ed alleanza con le risorse del territorio.

Il progetto prevede una parte relativa allo stage in azienda, dal 1 novembre al 31 dicembre, in cui gli studenti verranno assegnati per 40 ore extracurriculari alla Cooperativa che gestisce in comodato d’uso il Fondo Auteri, e l’Istituto Alberghiero assieme alla cooperativa Onlus “Voglia di Vivere” avrà cura di organizzare in collaborazione con altre istituzioni scolastiche percorsi naturalistici (fattoria didattica), eventi aperti al pubblico e al territorio con serate a tema (cene, concerti, convegni, incontri con autore) in modo che gli alunni inseriti nel progetto possano sperimentare le proprie competenze e capacità professionali.

Condividi l'articolo
In alto