Cronaca

Marsala: maxi sequestro di immobili dove giovani donne erano costrette a prostituirsi

oPERAZIONE-CALIENTE

Dalle prime ore del mattino è in corso una vasta operazione dei Carabinieri della Compagnia di Marsala che ha permesso di individuare e perseguire gli appartenenti ad una complessa rete criminale, operante su tutto il territorio lilybetano, la quale gestiva, organizzava e amministrava lo sfruttamento di giovani donne, costrette a prostituirsi.

I due arrestati sono accusati di sfruttamento e favoreggiamento alla prostituzione.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Marsala e condotte dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno altresì portato ad un maxi sequestro di immobili utilizzati per l’attività di meretricio.

Tutti i dettagli saranno resi noti nel corso della Conferenza Stampa che si terrà alle ore 11:00 presso la sede del Comando Provinciale Carabinieri di Trapani.

Articolo letto 173 volte

Condividi l'articolo
In alto