News

Pena e rieducazione: detenuti raccontano le loro storie agli studenti dello “Sciascia”

incontro detenuti alunni2

Organizzato dall’instancabile Presidente dell’Associazione CO.TU.LE.VI. Aurora Ranno, in collaborazione con l’avvocato Michele Cavarretta e il dirigente dell’Istituto Tecnico Leonardo Sciascia di Trapani, si è tenuto oggi, nell’Aula Magna dello Sciascia un incontro alunni e i vertici della Casa Circondariale di Trapani: il direttore Renato Persico, il Comandante della Polizia Penitenziaria Commissario Giuseppe Romano e il Capo Area Trattamentale Antonio Vanella e alcuni detenuti, presenti grazie ad un permesso speciale concesso dal Magistrato di Sorveglianza di Trapani dottoressa Chiara Vicini anch’essa presente all’incontro.

L’obiettivo dell’incontro, all’interno di un progetto più ampio denominato “CULTURE A CONFRONTO” ha lo scopo di educare l’alunno a confrontarsi con l’altro per stimolare la riflessione sul tema “indifferenti o solidali?

Una platea di studenti molto attenta ai temi dell’integrazione dei detenuti nella società, agli sforzi compiuti dall’Amministrazione Penitenziaria affinchè venga applicato il dettato costituzionale, ovvero che “la pena deve tendere alla rieducazione”.

Molto toccanti gli interventi dei detenuti presenti: Gerlando Spampinato, Gaspare Augugliaro, Souadi Lofti, Errante Ascenzio, che hanno raccontato le proprie storie, che hanno colpito l’uditorio per i messaggi positivi di speranza e redenzione attraverso le opportunità di lavoro e trattamentali che oggi l’Istituto di San Giuliano può offrire alla popolazione detenuta.

Aurora Ranno, nel ringraziare per l’ospitalità la Prof.ssa Concetta Mistretta Vicario del Dirigente Scolastico dichiara che “l’incontro di oggi ha offerto momenti di confronto con una realtà , quella carceraria, ancora semi sconosciuta e di riflessione su temi come la legalità e il reinserimento sociale del detenuto”.

detenuti-alunni-sciascia-Trapani

Condividi l'articolo
In alto