Consumatori

Tracciabilità della filiera latte: in etichetta è obbligatorio indicare la provenienza

TRACCIABILITa-DEL-LATTE

Da oggi, giorno 19 Aprile, scatta l’obbligo di indicare in etichetta la provenienza del latte per utilizzo e il confezionamento dei prodotti lattieri caseari. Il ministro delle politiche agricole e forestali, in una nota ufficiale, ha comunicato che l’entrata in vigore delle nuove indicazioni in etichetta su tutte le confezioni di latte vaccino, ovicaprino e di altra origine animale per i derivati del latte, entrerà in vigore giorno 19 aprile 2017.

Le novità in etichetta riguardano le indicazioni circa Paese di mungitura del latte e il Paese di condizionamento e trasformazione del latte. Afferma il ministro Maurizio Martina: “Questo è un traguardo storico per il nostro Paese che ci consente di creare un nuovo rapporto tra produttori e consumatori. Siamo da sempre in prima linea nella costruzione di politiche di massima informazione e trasparenza nei confronti di chi acquista prodotti agroalimentari e questa scelta lo dimostra. Una sperimentazione che ora auspichiamo possa trasformarsi in uno standard europeo.

I cittadini, infatti, devono essere informati per poter scegliere consapevolmente cosa mettere a tavola. Questo vuol dire tutelare il Made in Italy, il lavoro dei nostri allevatori e fa crescere una vera e propria cultura del cibo. La nostra battaglia in Europa quindi non finisce qui. Andiamo avanti collaborando ancora con la Commissione per rafforzare sempre più gli strumenti a disposizione e affermare così un modello distintivo di qualità ed eccellenza.”

TRACCIABILITa DEL LATTE

di Maria Rita Pisano

Condividi l'articolo
In alto