News

Una raccolta di libri in favore dei detenuti del carcere di San Giuliano di Trapani

8.2.2018Il Presidente del Comitato di Quartiere “Sant’Alberto” Giovanni Parisi, attivissimo nel sociale e sempre in prima linea nella lotta in favore delle categorie disagiate ha attivato una raccolta di libri in favore dei detenuti del carcere di San Giuliano.

I libri sono stati consegnati al Comandante della Polizia Penitenziaria Comm. Capo Giuseppe Romano; un centinaio di volumi (dai romanzi alle biografie storiche ecc.) che andranno ad arricchire la biblioteca dell’Istituto di Pena che già conta oltre 6.000 volumi, tutti catalogati, e si avvale dell’opera di due volontari esterni che provvedono a ricevere le richieste dei detenuti e a distribuire i libri per i vari reparti.

La lettura, anche se non è per tutti, può essere una risorsa per far sentire i detenuti “meno reclusi”, per alleviare la sofferenza, per la rieducazione e il reinserimento. Per questi motivi – dice il Direttore Renato Persico – abbiamo potenziato e promosso questo servizio. Far amare i libri è quindi, secondo noi, il compito dei volontari; ma creare le occasioni per poter esercitare il diritto a leggere è un dovere dell’Amministrazione Penitenziaria”.

Abbiamo puntato molto sulla lettura come mezzo di riflessione e di crescita culturale del detenuto” aggiunge il Comandante, “infatti all’interno dell’Istituto ed in particolare nel Reparto Adriatico dove sono ristretti tutti i detenuti – studenti è stato attivato da tempo un laboratorio di lettura grazie alla giornalista volontaria Ornella Fulco e la Psicologa Fabrizia Sala”.

Un grazie a tutti gli abitanti del quartiere Sant’Alberto e al suo Presidente Giovanni Parisi per l’attenzione dimostrata nei confronti dei detenuti.

Condividi l'articolo
In alto