Eventi

Vescovo di Trapani in Parrocchia per 2 iniziative di “cuore”

FB_IMG_1509901018202

Sabato 4 novembre 2017, Sua Eccellenza Reverendissima Mons. Pietro Maria Fragnelli, Vescovo di Trapani, si è recato alla Parrocchia del Sacro Cuore di Trapani per aprire l’anno catechistico e partecipare al “Progetto Città Cardioprotette” dove è stato donato dal Sacro Militare Ordine Costantiniano di S. Giorgio un defibrillatore al centro sportivo parrocchiale.

Erano presenti il parroco della Parrocchia Don Alberto Giardina, il Delegato Vicario della Sicilia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di S. Giorgio, Nobile Dott. Antonio Di Janni, Cav. di Gr. Cr. di Grazia, accompagnato dal Comm. di Grazia Nobile Pier Francesco Mistretta e dai Cavalieri Camillo Carpinteri, Nicola Saladino, Antonino Patti, Antonio Regina, dalla dama Giacoma La Rosa e dal Cappellano Costantiniano Don Michele Crociata.

L’importante e utile strumento salvavita è stato consegnato nelle mani del Vescovo. La chiesa gremita di fedeli, tutti hanno assistito alla spiegazione dell’importanza dell’uso del defibrillatore semi automatico, spiegato dal Dott. Antonio Di Janni. Subito dopo il Vescovo della Diocesi di Trapani ha benedetto il defibrillatore che è stato affidato al parroco della Chiesa del Sacro Cuore, Don Alberto Giardina per il centro sportivo parrocchiale.

Inoltre, si è tenuta la consueta distribuzione mensile del “Progetto Briciole di Salute”. Questa volta sono stati consegnati dei prodotti per la prima infanzia, pannolini, omogeneizzati, latte, biscotti e altri presidi. Questo progetto benefico viene garantito dalla generosità dei Cavalieri e Dame del Sacro Militare Ordine Costantiniano di S. Giorgio. L’iniziativa importantissima è quella di aiutare i poveri e i bisognosi che ne fanno richiesta alla Chiesa.

FB_IMG_1509901046502

Al termine, il Vescovo si è trattenuto in un momento conviviale e con il centro sportivo parrocchiale per dei giochi esibitivi dei bambini presenti.

Spero che il presente comunicato stampa venga divulgato tramite i mezzi di pubblica informazione. Inoltre, si allegano due foto dei momenti più importanti dell’evento.

Condividi l'articolo
In alto